Quantcast
Assicurazione gatto: come funziona e quando serve | TrendingResults.com

Assicurazione gatto: come funziona e quando serve

Category: Archivio
Tag: #Animale domestico #Assicurazione #Finanza #Finanza Assicurazione Gatto domestico
Share:

Adottare un gattino porta sempre gioia e felicità in famiglia, ma comporta anche l'impegno a garantire le migliori condizioni di vita, affinché possa vivere serenamente e felicemente, come un membro della famiglia a tutti gli effetti. È quindi fondamentale prendersi cura della sua salute, portandolo regolarmente dal veterinario per verificarne lo stato di salute, per le cure di base e per le varie vaccinazioni.

Perché è consigliabile assicurare il tuo gatto

Tutti i proprietari di gatti, prima o poi, devono affrontare cure mediche se il loro animale domestico si ammala o è vittima di un incidente. Le spese mediche sostenute per il proprio gatto sono quindi una voce da non sottovalutare in nessun bilancio familiare. Potrebbe essere vantaggioso prendere in considerazione la possibilità di stipulare una polizza assicurativa per l'animale di casa, che copre le spese veterinarie a volte può essere molto utile.
Assicurare il gatto può anche servire a rimborsare eventuali danni causati a terzi dall'animale di famiglia.

Cosa copre l'assicurazione per i gatti

Esistono varie tipologie di coperture assicurative che possono essere utilizzate per tutelare il proprio amico a 4 zampe. Normalmente, quando si assicura il proprio gatto, la polizza prevede, oltre al rimborso dei danni che l'animale possa arrecare a terzi o a cose di loro proprietà, anche la copertura dei costi relativi alla salute del gatto, rimborsando, entro un massimale, il spese sostenute per il veterinario o eventuali medicinali.
In alcuni casi puoi scegliere anche un “pacchetto prevenzione” che comprende vaccinazioni e cure omeopatiche, oppure puoi richiedere la copertura per il trasporto d'urgenza del gatto ferito in un centro medico.
Puoi anche assicurare l'animale in caso di morte o in caso di furto o smarrimento del gatto; in queste tristi eventualità l'assicurazione pagherà il valore commerciale dell'animale.
Infine, è anche possibile garantire vitto e alloggio al gatto nel caso in cui l'assicurato non sia in grado di prendersi cura dell'animale o gli eredi non vogliano occuparsene. L'assicurazione rimborserà i costi del pensionamento dell'animale finché l'animale non muore o viene ricollocato.

Cosa considerare quando assicuri il tuo gatto e quanto costa

Il costo dell'assicurazione dei gatti può variare a seconda di due fattori principali: l'età e la razza del gatto. L'assicurazione per un gatto giovane, sano e non allevato ha un costo annuo piuttosto basso, mentre le tariffe possono aumentare se il gatto è malato o di razza, tanto che il premio annuo può aumentare anche del 70%. Anche per i gattini di età compresa tra sei mesi e un anno, il premio aumenta notevolmente.
Prima di stipulare una polizza assicurativa per il proprio gatto, è quindi opportuno chiedere alla compagnia quali parametri tenere in considerazione, per non rischiare che la cifra da pagare diventi troppo elevata.

In conclusione, stipulare una polizza assicurativa per animali può fare la differenza per affrontare le spese legate al benessere del gatto; spese, che spesso potrebbero risultare troppo onerose per le tasche di molti, soprattutto se impreviste. I proprietari di gatti in questo modo non saranno costretti a fare una scelta dolorosa: quella di non potersi prendere cura del proprio amico a quattro zampe, con conseguenze drammatiche.

Published: 12/30/2022From: Alessandro

You may also like